Sfruttare lo spazio in altezza

Se è vero che solitamente abbiamo vincoli di dimensione in larghezza ed lunghezza, generalmente nella nostra stanza non avremo problemi di altezza per cui possiamo immaginare di avere un piano di riferimento (a circa 80 cm dal pavimento),  uno sviluppo di circa mezzo metro in altezza (montagne/colline) e sotto il piano uno o più livelli di binari / stazioni fantasma. Alternando gallerie, salite e discese  , stazioni fantasma si faranno entrare in scena e poi uscire più convogli in tempi e zone diverse, creando una certa varietà di movimenti e facendo dimenticare allo spettatore le dimensioni limitate del nostro plastico. 

Se abbiamo ad esempio 3 percorsi indipendenti, possiamo far circolare contemporaneamente piu’ di 3 convogli. 

Il nostro plastico Potenza 3 160×120 scala H0 su cui circolano ben 4 convogli!

Plastico Potenza 3  160x120 cm

Il nostro plastico Citta’ e Monti  140×45 scala N 

Plastico Potenza 3  160x120 cm

Situazioni da evitare: il plastico girotondo

Questo mini-plastico è stato realizzato utilizzando uno dei Track Mat 180×120 (un foglio prestampato con terreno, sede binari, strade, etc…) della Hornby e riesce a contenere in uno spazio limitato diversi elementi: curva a 3 binari paralleli, numerosi scambi e binari morti, stazione, depositi locomotive, etc….

Si capisce subito però che una disposizione di questo genere , senza gallerie, montagne e binari nascosti, riduce al minimo ogni possibilità di creatività e realismo, in quanto i nostri treni girano in tondo e sono sempre in vista, e i binari non lasciano molto spazio libero per l’inserimento di altre ‘scene’.

Fai il confronto con quello che si puo’ ottenere con uno spazio inferiore  nel Plastico Potenza 3 160×120.