Le gallerie nel plastico ferroviario

Le gallerie sono indispensabili per spezzare la vista dei binari ed evitare l’effetto dei percorsi ad anello tipo ‘criceto che corre sulla ruota’. Grazie alle gallerie possiamo nascondere quelle parti del tracciato  in cui i binari prendono forme non proprio ortodosse per ottimizzare l’utilizzo dello spazio.

Dentro una galleria possiamo inserire le rampe elicodiali (vedi seguito) , una stazione fantasma, ed altre ingegnose trovate. Una galleria deve essere abbastanza lunga oppure avere una disposizione rispetto alle scenografie in modo da evitare che lo spettatore possa vedere la testa del treno che esce dalla galleria, mentre ancora la coda deve finire di entrare.

Ponti e sovrappassi

Necessariamente i nostri binari andranno ad incrociarsi ovvero dovremo realizzare dei sovrappassi.
Facendo i dovuti calcoli (vedi seguito), si vedrà che la distanza minima fra 2 binari in cui uno passa sopra l’altro è 8 cm in una zona nascosta, mentre diventano circa 12 cm in una zona a  vista (ad esempio tramite un ponte).

Vuol dire che  con una pendenza massima del 4 per cento , il tratto di salita dovrà essere almeno di 2 metri, ovvero la misura di una circonferenza di raggio minimo (raggio 36cm = 2 x 3,14  x 36 = 226 cm).

I nostri sensi sono programmati per apprezzare il movimento e l’incrocio di 2 treni su binari sovrapposti esalta questo tipo di sensazioni. 
Un viadotto che passa in diagonale in mezzo al plastico , incrociando altri binari farà sicuramente un bell’effetto. Se possibile evitiamo di far passare ponti e viadotti troppo vicini alle abitazioni. 

La rampa elicoidale

La rampa elicoidale , generalmente si trova nascosta e serve a consentire ai binari di superare uno o più dislivelli nel minor spazio possibile. Di solito si usano le rampe per abbassare i binari al di sotto  del piano di riferimento e portarli verso le stazioni fantasma, oppure per far salire i binari in zona nascosta, per poi uscire tramite una galleria di montagna. 

I rettilinei

Il treno che corre lungo un rettilineo, di solito ha il suo fascino, ma purtroppo nella parte viva del plastico non c’è spazio per lunghi rettilinei. Cerchiamo di trovargli posto su viadotti e altre parti dello sfondo.

Le curve

Nel nostro tracciato dovremo evitare il più possibile che restino in vista curve maggiori di 90 gradi perchè sono poco realistiche.